La sostenibilità prima di tutto.

Noi di RistrutturABILMENTE crediamo che il primo compito dell’architettura sia realizzare edifici sostenibili per l’uomo e per l’ambiente.

Vediamo alcune “best practises” di casa sostenibile in giro per il mondo.

casa sostenbile sostenibilità

SOSTENIBILITÀ: COSA SI INTENDE?

Sebbene esistano molte definizioni di progettazione sostenibile, è comunemente accettato che le “costruzioni green” siano il risultato di una filosofia di progettazione che si concentra sull’efficienza dell’uso delle risorse: energia, acqua e materiali costruttivi.

In questo modo si riduce l’impatto dell’edificio sulla salute umana e sull’ambiente attraverso una migliore ubicazione, progettazione e costruzione.

Il tema della casa sostenibile in termini ambientali è spesso a confronto con il risparmio in termini economici. Si pensa, infatti, che realizzare case o edifici senza badare ai materiali e al rispetto ambientale sia maggiormente vantaggioso. Sul lungo periodo questo non è, però, sempre vero.

COME GESTIRE LA SOSTENIBILITÀ

Dal clima ostile dell’Australia, agli ostacoli burocratici italiani, alla cultura tradizionalmente ecologica del Nord Europa: gli architetti come gestiscono la “sostenibilità” nei rispettivi Paesi?

I professionisti della progettazione devono affrontare numerose sfide, quando si tratta di sviluppare e attuare pratiche costruttive rispettose dell’ambiente.

Comprenderle serve capire a che punto siamo con la sostenibilità in campo edilizio e architettonico e come realizzare la propria casa sostenibile.

SOGNANDO L’AUSTRALIA

Le difficoltà di molti Paesi, nello sviluppo di un quadro edilizio sostenibile, dipendono in larga parte da come i loro territori sono stati plasmati dalla natura.

Ad esempio, il continente australiano si estende per milioni di chilometri quadrati e include otto zone climatiche, da quelle tropicali a Nord a quelle temperate a Sud. Le maggiori criticità in quest’area sono il calore estremo e le gravi carenze idriche.

All’interno di questo territorio, variegato e dal delicato equilibrio, si rende ancora più necessario sviluppare soluzioni architettoniche e tecnologiche all’avanguardia, in particolare per non disperdere le preziose risorse naturali come l’acqua e il suolo.

casa sostenibile sostenibilità
Halo House di Breathe Architecture, in Australia, è un progetto accuratamente studiato per garantire ottime prestazioni termiche passive. Incorpora un array solare fotovoltaico da 5 kW e un sistema di riscaldamento per l’acqua calda con pompa di calore che alimenta sia gli interni che la piscina.

ITALIA: BUROCRAZIA AL PRIMO POSTO

L’Italia si caratterizza per un complesso sistema geografico che spazia dalle Alpi al Mar Mediterraneo. Il territorio comprende in buona parte aree ad elevato rischio sismico a cui si aggiungono frane e potenziali incendi.

Non sono, però, questi i principali ostacoli alla realizzazione di una casa sostenibile. Piuttosto la complicata burocrazia rallenta i lavori di ristrutturazione e la spinta innovativa necessaria per realizzare architetture rispettose dell’ambiente e dell’uomo

Le amministrazioni locali, che sono responsabili dei permessi di costruzione, si attengono spesso alla regola “mantenere l’aspetto e le modalità del passato”. Sostanzialmente, quindi, non c’è molto spazio di miglioramento per realizzare una casa sostenibile. Bisogna tenere presente che l’Italia ha un immenso e delicato patrimonio storico da preservare.

Tutti questi aspetti: una geografia diversificata, la burocrazia complessa e gli edifici storici da conservare, rendono particolarmente difficile lo sviluppo di costruzioni sostenibili.

CASE PASSIVE: UNA SPERANZA PER L’AMBIENTE

Fanno ben sperare gli interventi edilizi per la realizzazione di case passive, in particolare modo in Nord Italia. La Casa Passiva è un’abitazione ecologica prefabbricata in legno costruita secondo i più moderni criteri dell’edilizia ecosostenibile: grazie a questa impostazione, infatti, una casa ecologica in legno è in grado, nel massimo rispetto dell’ambiente, di garantire il più elevato benessere termico possibile utilizzando una minima fonte di riscaldamento.

Un casa passiva, infatti, ottiene il massimo risultato in termini di risparmio energetico grazie al riciclo del calore generato dagli elettrodomestici e dagli abitanti e grazie all´utilizzo di uno speciale sistema di riscaldamento con ventilazione meccanica ad alto rendimento, recupera l’energia per mezzo di una pompa di calore.

casa sostenibile sostenibilità
Questo progetto di casa della provincia di Bolzano comporta l’utilizzo di materiali sostenibili e sistemi ad alta efficienza energetica.

ARCHITETTURE SOSTENIBILI NEL PANORAMA EUROPEO

L’intento di modificare gli edifici storici esistenti con l’obiettivo di renderli più sostenibili è comune anche nel Regno Unito, in Francia e in Spagna.

REGNO UNITO

Nel Regno Unito ci sono alcuni delle più antichi stock abitativi d’Europa e l’80% degli edifici presenti oggi sul territorio esisterà ancora nel 2050. Le case del Regno Unito sono tra le meno efficienti dal punto di vista energetico in Europa.

Ciò significa che l’ammodernamento degli edifici esistenti, per renderli più efficienti dal punto di vista energetico, nel rispetto del panorama urbano originario, è una sfida fondamentale.

Questa casa di Manchester, firmata da Ecospheric e Guy Taylor Associates, è un esempio di patrimonio britannico di epoca vittoriana che è stato riadattato per adeguarlo agli standard ecologici stabiliti dal German Passive House Institute.

FRANCIA

La Francia deve affrontare un problema simile. L’Insee, l’Istituto nazionale di statistica e degli studi economici, rivela che il 55% dell’attuale patrimonio immobiliare è stato costruito ante 1975, cioè prima dell’introduzione dei primi regolamenti sulla sostenibilità.

Inoltre il settore edilizio genera quasi la metà del consumo di energia e un terzo delle emissioni di gas serra del paese.

Numerosi sono gli esperimenti di casa sostenibile realizzati degli studi di architettura più sensibili all’argomento.

Questa casa in Francia, realizzata dallo studio Philippe Moré, ispirata all’architettura vernacolare e presenta una serra che funziona da accumulatore di calore passivo. Foto di Olivier Martin Gambier.

SPAGNA

In Spagna, Paese europeo tradizionalmente vicino all’Italia sono presenti quasi 26 milioni di case. La maggior parte del patrimonio edilizio è stato realizzato circa 50 anni fa.

Questo significa che un grande numero di case sono state costruite senza affrontare i problemi relativi alla loro efficienza energetica.

Inoltre va considerato l’intero ciclo di vita della casa o edificio. Per realizzare una casa sostenibile è necessario, infatti, tenere presente sia la costruzione stessa sia il grado di flessibilità della stessa.

La casa o edificio devono poter adattarsi nel tempo alle mutate esigenze degli abitanti.

La Floresta, progettata da Noem, è una casa spagnola con una storia, che presenta un’estensione in legno dall’estetica moderna ed efficiente dal punto di vista energetico.

IL NORD EUROPA TRAINA LO SVILUPPO SOSTENIBILE

In tutta la Scandinavia, considerata all’avanguardia sul pensiero sostenibile, si registrano progressi più significativi.

In Svezia lo stile di vita ecologico ha una lunga tradizione culturale ed è fortemente regolamentato dalla legge. Spesso sono presenti modelli esemplari di buone pratiche a livello internazionale e ciò ha un effetto superiore rispetto all’impatto sull’ambiente della singola realizzazione.

Ma nell’ottica di un futuro sostenibile, anche in questo paese c’è spazio per migliorare. Sono necessarie regole per implementare una prospettiva del ciclo di vita sia nel processo di costruzione che negli ambienti quotidiani.

Sul tema delle costruzioni sostenibili, la Danimarca è indietro rispetto ad altri paesi limitrofi come i Paesi Bassi e la Norvegia, sebbene ci siano forti spinte a livello politico a sostegno dello sviluppo sostenibile.

Le case di Lisbjerg Bakke vicino ad Aarhus, in Danimarca, sono costruite con materiali durevoli che possono essere riciclati in futuro. I materiali sostenibili riducono i costi di manutenzione. L’uso del legno non trattato garantisce un buon clima interno e gli spazi possono essere adattati alle mutevoli esigenze dei residenti. L’edificio, gestito dalla società immobiliare AL2bolig, ha vinto numerosi premi ed è stato nominato Future Sustainable General Housing. Immagine di Hustømrerne.

GERMANIA ECOLOGIA E SOSTENIBILITÀ AL PRIMO POSTO

La Germania ha incorporato il design sostenibile nel codice di costruzione nazionale dal 1976, ma ci sono ancora alcune problematiche urgenti.

I terreni edificabili diminuiscono con una conseguente crescita dei prezzi. Al tempo stesso sono necessari più edifici, soprattutto nelle grandi città, dove è rimasto poco spazio abitativo accessibile.

In passato erano sufficienti da 15 a 20 metri quadrati di spazio abitativo per persona, oggi si sale a 50 metri quadrati.

Una pianificazione su misura e duratura è un requisito essenziale per le costruzioni sostenibili.

A Colonia, in Germania, 16 famiglie si sono unite per formare il gruppo Sülzer Freunde. Oltre a un orto comune, ci sono altre stanze che possono essere utilizzate da tutti i residenti. Tutte le case hanno raggiunto lo standard delle case passive. L’involucro edilizio è realizzato in perlite, un materiale naturale capace di regolare l’umidità e il clima.

NECESSARIO UN MAGGIOR COORDINAMENTO

L’Unione Europea dovrebbe promuovere ambizioni e linee guida comuni, in particolare quando si tratta di orientare la scelta dei materiali da costruzione.

La comprensione del Life Cycle Assessments (LCA) deve diffondersi in tutti i settori di attività e gli architetti hanno un ruolo incredibilmente importante da svolgere. 

Prima di costruire, è necessario definire non solo le esigenze attuali dei proprietari di casa, ma pensare ad esempio come una grande casa indipendente possa potenzialmente essere ricostruita e convertita in una residenza di riposo.

LA SOSTENIBILITÀ NEL RESTO DEL MONDO

Pensavi che ci fossimo dimenticati degli Usa della Cina e dell’Oriente in generale? Sarà tematica del nostro prossimo articolo.

Alla prossima!

Arch. Francesco De Fazio. RistrutturABILMENTE Team

Se desideri ricevere una consulenza personalizzata per la tua casa sostenibile puoi scriverci o contattarci cliccando qui.